Crea sito

Adriano Sofri: che c’azzecca con Schettino? c’azzecca, c’azzecca!

sofri-adriano-Fotogramma_258schettino

Adriano Sofri, leader di Lotta Continua condannato per l’omicidio del commissario di Polizia Luigi Calabresi, è stato considerato dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, un esperto di riforme carcerarie al punto da candidarlo quale consulente del Ministero per le carceri. Penso che al di là di ogni giudizio e ogni riflessione si voglia fare sulla sua nomina, resta il fatto che come minimo la scelta del ministro è una scelta di cattivo gusto, diseducativa e disdicevole per le vittime di quell'omicidio e nulla più!

Non si tratta di vedere se Sofri abbia o meno scontato la pena, alla fine, taglia di qua e taglia di là, indulto compreso, cui lui fu un fautore, una parte della pena l’ha pure scontata. Il problema è che Sofri se da una parte si è sempre dichiarato innocente, dall'altra non è mai stato assolto e la sua pena è divenuta definitiva. Dunque, al di là di quello che ha sempre sostenuto riguardo la sua innocenza, resta il fatto che per lo Stato è il mandante dell’omicidio Calabresi. Sul giornale dove scriveva all'epoca Sofri, dopo l’omicidio Calabresi, campeggiava il seguente titolo: Ucciso Calabresi, il maggior responsabile dell'assassinio Pinelli, definendo il crimine come "atto in cui gli sfruttati riconoscono la propria volontà di giustizia" e da queste dichiarazioni Sofri non si è mai dissociato.

Non serve soffiare sul fuoco delle polemiche immaginando che una scelta come quella portata avanti dal ministro della giustizia è sicuramente fuori luogo, ma la Sinistra ci ha abituato da tempo ad osannare e dare spazio a personaggi che sono andati contro le Istituzioni nel modo più deprecabile e sanguinario possibile, vedi l’ex terrorista del calibro di Lauro Azzolini, ex Brigate Rosse, che pur essendo stato condannato a ben quattro ergastoli non solo oggi è in semilibertà, ma  al proprio fianco l'ha voluto il sindaco Pisapia di Milano nominandolo capo di gabinetto. Lucia Pizzo che oggi copre cariche importanti al Comune di Milano, dopo l'insediamento del primo cittadino ha fatto un vero e proprio carrierone. Eppure, Lucia Pizzo, faceva parte negli anni 70 della colonna Walter Alasia, su quest’ultima persona pare non ci siano pendenze giudiziarie in quanto la condanna a cinque anni che le fu comminata è stata dalla stessa rigettata ed opposta in quanto ogni suo coinvolgimento al terrorismo che le fu addebitato era destituito da fatti oggettivi, visto che la Pizzo ha sempre sostenuto di aver dato un contributo ai brigatisti a propria insaputa… come si fa a dare certi simili contributi a propria insaputa sarebbe interessante saperlo. Ed infine, che dire di Francesco Caruso condannato per "associazione sovversiva e cospirazione contro lo Stato" nominato docente universitario e tanto osannato dalla Sinistra a partire da Rifondazione Comunista, il partito che ebbe fra i suoi fondatori e presidente Fausto Bertinotti.

Polemiche a parte, adesso un aneddoto che involontariamente lega la battuta del leader della Lega Nord Matteo Salvini, ad Adriano Sofri, quando ha dichiarato che a questo punto anche Schettino potrebbe aspirare al ruolo di Ministro dei Trasporti come Sofri delle carceri. Ebbene, per pura fatalità, Sofri qualche comunanza, del tutto involontaria,  con Schettino ce l’ha, visto che il primo servizio giornalistico di Sofri dopo la liberazione definitiva fu un reportage sul naufragio della Costa Concordia all'Isola del Giglio (13 gennaio 2012), dove ha documentato e partecipato ai soccorsi dei giorni seguenti. Viste le vicende dell'ex comandante della Concordia che rischia di essere condannato ad un certo numero di anni di galera, che sta scrivendo pure un libro sulle vicende del naufragio e che involontariamente ha suscitato l'interesse di Sofri appena messo piede alla vita da ex recluso, potrebbe essere letto come un avvicendamento fra condannati, della serie, c'è chi va e c'è chi viene e una volta fuori, via agli incarichi importanti offerti dalla Sinistra, il primo l'ha avuto, salvo poi rifiutarlo, il secondo chissà, magari lo fanno davvero Ministro dei Trasporti come detto da Salvini!

Giuliano

Be Sociable, Share!

Tags: , ,