Crea sito

Conto deposito: la tassazione va pagata anche quando il saldo è zero?

Cosa è un Conto Deposito? Il conto deposito è, come ci dice il sito on line conto deposito org    un deposito a risparmio libero con il quale la Società emittente, dopo aver acquistato la proprietà delle somme depositate, le custodisce e si impegna a: Corrispondere gli interessi pattuiti e maturati. Restituire a richiesta del cliente le somme depositate (deposito libero).In sostanza può essere equiparato ad una forma di investimento a basso rischio, con la comodità di gestire tutto online, la libertà di avere soldi sempre disponibili, ricordando tuttavia, che si tratta di un prodotto finanziario con servizi limitati, differente da un conto corrente bancario. A fronte di un’operatività limitata rispetto ai conti correnti tradizionali, il conto deposito online offre in cambio tassi di interesse più elevati. Detto ciò, ci si chiede se, vista la tassazione introdotta  che prevede che l’imposta sarà, per il 2012, pari allo 0,1%, con un minimo di 34,2 euro e un massimo di 1.200 euro, mentre crescerà allo 0,15% nel 2013, se il nostro conto deposito è zero, tale tassazione va pagata? Stando alle ultime novità e secondo quanto segnalato dal sito Soldi Sette viene confermato che tutti i depositi il cui saldo, nel periodo di rendicontazione, è zero, non pagano alcun bollo. Controlla poi i tre conti deposito che hai aperto e che hanno giacenza zero. Per esempio, Conto Arancio e Deposito sicuro di Banca Marche hanno scelto di far pagare il bollo di legge al sottoscrittore, mentre Rendimax ètra i prodotti per cui la banca, per ora, si accolla il pagamento del bollo di legge. Se non vuoi avere sorprese puoi chiudere i primi due, mentre, per ora, puoi tenere aperto il terzo per cui non pagherai comunque il bollo. Tieni conto, però, che la raccomandata con cui chiedere la chiusura di ogni conto deposito costa almeno 4 euro. A conti fatti, per ora, ti converrebbe quindi tenerli aperti tutti e tre.
Be Sociable, Share!

Tags: ,