Crea sito

E’ caccia all’ignoto “Scorreggione” romano!

1445259178-scorreggione-facebook

Anche se difficile da credere, quanto avvenuto a Roma in questi giorni trae spunto da un fatto realmente accaduto all’interno di un condominio dove, a quanto pare, non si litiga solo per le spese condominiali, per i panni stesi o per l’abbaiare del cane. Adesso, a mettere in cima alle priorità dell’intero consesso condominiale, è nientedimeno che un peto, si proprio un peto, evocato a più riprese in un apposito avviso che campeggia all’interno del vano ascensore del palazzo.

Ciò che suscita ilarità e un certo raccapriccio è il fatto di pensare che ragionevolmente sarebbe del tutto auspicabile che nessun condomino privilegiasse il vano ascensore per dare libero sfogo alle proprie flatulenze. Ma evidentemente nel condominio incriminato, in barba all’ira dei condomini per i cattivi odori che si sprigionano dal vano ascensore, c’è un soggetto sordo ad ogni richiamo civico, ma addirittura, alla stregua di un vero serial killer, gode perversamente nell’immaginare che una task force di suoi vicini di casa inferociti con in testa l’amministratore, siano quasi costantemente sulle sue tracce, sarebbe auspicabile assoldare un cane da tartufo, senza mai, almeno fino adesso, riuscire ad agguantarlo.

Quest’ultimo fatto, al petomane di turno, evidentemente creerà una vera e propria libidine, se dopo aver letto il cartello affisso dall’amministratore che recitava testualmente “Costretti dalle continue lamentele di gran parte dei condomini – dobbiamo ricordare che i luoghi adatti per manifestare i propri gas corporali sono il bagno o all’aria aperta, non certamente l’ascensore del palazzo. Per una convivenza pacifica e libera da fastidi olfattivi e psicologici vi preghiamo di rispettare i diritti degli altri”… il “vile marrano” non ha trovato nient’altro di meglio da fare che rispondere con un altrettanto cartello di sfida che recita precisamente così: “Non mi prenderete mai”. Firmato: “Lo scorreggione“. Al momento pare che le ricerche siano ancora in corso ma dello Scorreggione non v’è traccia alcuna, aldilà dei suoi sgradevoli effluvi “inquinanti” che colpiscono ancora in maniera imperterrita
Giuliano

Sei il Visitatore N.
contatori

Be Sociable, Share!

Tags: ,