Crea sito

Governo Monti: a casa! vediamo cosa fa Grillo

Lo dicono in tanti e a gran voce, adesso lo affermano anche le Associazioni dei Consumatori, due in particolare, ovvero, ilCodacons e il Movimento Difesa del Cittadino quando asseriscono in maniera categorica che Monti e il suo Governo hanno fallito e per quersgto devono andare a casa. "Riteniamo l'azione del suo Governo assolutamente fallimentare sul fronte degli interessi di utenti e consumatori - spiegano i presidenti delle due associazioni, Carlo Rienzi e Antonio Longo - non un solo provvedimento è stato preso per sostenere i bilanci delle famiglie in difficoltà, e ciò appare peraltro scontato, dal momento che il Premier Monti ha incontrato banche, sindacati, poteri forti ma non si è mai confrontato con i consumatori e con le associazioni che li rappresentano, le quali avrebbero potuto apportare un contributo concreto all'azione del Governo". Se da un lato Codacons e Movimento Difesa del Cittadino chiedono le dimissioni di Monti, dall'altro hanno inviato una lettera a Beppe Grillo, leader del Movimento a 5 stelle, in cui si chiede un incontro urgente al fine di conoscere come intenda indirizzare il favore di cui gode da parte degli elettori, e i punti del suo programma relativi alle problematiche degli utenti. "E speriamo - concludono Rienzi e Longo - che a differenza del Presidente del Consiglio, Grillo voglia confrontarsi con i consumatori e con chi li rappresenta da anni". Fonte: Libero
Be Sociable, Share!

Tags: , , ,

One Comment

  • marco.r ha detto:

    BASTA.

    L’art 71 della Costituzione prevede che Il popolo eserciti l’iniziativa delle leggi, mediante la proposta, da parte di almeno cinquantamila elettori, di un progetto redatto in articoli.

    Proponiamo una legge di iniziativa popolare per la modifica dell’art . 75 della Costituzione stessa, nella parte che NON AMMETTE il referendum per le leggi di autorizzazione a ratificare trattati internazionali.

    Solo se il popolo si potrà esprimere anche sui trattati internazionali (Adesione al WTO, trattato di Maastricht, Euro ecc.) ci potrà essere la possibiltà di combattere realmente ( e democraticamente) i vertici dell’economia europea ormai sfrenatamente liberista che ha il solo reale obiettivo di demolire ogni conquista sociale fino ad oggi ottenuta in Grecia come in Italia .