Crea sito

Mutuo o affitto: quale conviene?

Se scegliamo un contratto di affitto o un contratto di mutuo, al di là di sapere cosa convenga, ben sapendo che col mutuo operiamo l’acquisto della casa che poi di fatto resta nella proprietà del cliente, ai fini economici, cosa conviene stipulare fra i due contratti? Il mutuo, senza dubbio, come dimostra una ricerca effettuata da CorrierEconomia che ribadisce tale convenienza soprattutto se si vive nelle grandi città. Per giungere a ciò ed accedendo ai dati di Nomisma, si sono raffrontati immobili di 80 metri quadrati in zone non di lusso e si è visto che con una rata di mutuo pari al canone di affitto si riesce a coprire circa il 74% dell’intero acquisto dell’immobile se si opta per un mutuo di venti anni a tasso variabile. Se la durata del finanziamento è invece trentennale, un mutuo a tasso variabile arriva a coprire mediamente quasi il valore totale dell'immobile (95,4%, corrispondente a 77 metri quadrati), con Roma al 101,1% (83 metri) e Milano al 97,3% (78 metri). La situazione cambia se si opta per un mutuo a tasso fisso della durata di venti anni, in questo caso se scegliamo una rata pari al canone di affitto copriamo il 46,3%, che arriva al 47,2% a Milano e al 50,3% a Roma), mentre con un mutuo a 30 anni questa percentuale sale al 56,3% medio (57,4% a Milano e 61,4% nella Capitale). In questo caso la convenienza rispetto all'affitto risulta meno evidente, tuttavia bisogna considerare che mentre il canone di locazione cresce ogni anno seguendo l'inflazione, il tasso fisso resta invariato: di conseguenza nel tempo la scelta del mutuo risulta comunque più vantaggiosa. Ai numeri elaborati dal CorrierEconomia si aggiunge una semplice considerazione: la rata del mutuo rappresenta un investimento destinato nel tempo ad accrescere il patrimonio, al contrario dell'affitto che di fatto è una spesa a fondo perduto. Chi sceglie l'affitto nonostante la minore convenienza spesso lo fa per mancanza di alternative: per avere accesso al credito delle banche è infatti necessario rispondere ad alcuni criteri, come avere una discreta "liquidità" (in genere le banche richiedono la disponibilità del 30% circa del prezzo dell'immobile in contanti) e un reddito sicuro e consolidato. Tuttavia esistono finanziamenti che soddisfano molte esigenze diverse: per valutare le migliori opzioni attualmente disponibili sul mercato si può utilizzare un comparatore online come Supermoney, il portale per il confronto dei mutui e delle tariffe, che permette di selezionare il mutuo migliore in base alle proprie esigenze e in molti casi anche di entrare direttamente in contatto con la banca che lo eroga. E' possibile che, in futuro, lo scenario economico cambi in maniera tale da rendere l'acquisto di casa meno vantaggioso, tuttavia al momento attuale il mutuo conviene più dell'affitto. Riproduzione di parte del testo autorizzata da Help Consumatori e Supermoney.eu
Be Sociable, Share!

Tags: ,