Crea sito

Pensioni: non paghi i debiti? Perdi la pensione!

Equitalia-espropriazioni   Fino a qualche tempo fa i pensionati possessori di una qualsiasi forma di pensione si sentivano tutelati rispetto a qualsiasi creditore in quanto il loro vitalizio, nella peggiore delle ipotesi era pignorabile solo in ragione di un quinto, il resto risultava sempre impignorabile. Ma da qualche tempo le cose sono profondamente cambiate! Infatti, la pensione, in presenza di debiti può essere pignorata integralmente ed a metterci le mani con estrema facilità è Equitalia che in presenza di cartelle esattoriali inevase può operare il cosiddetto pignoramento presso terzi e per questo dobbiamo ringraziare caldamente il governo Monti col suo decreto legge Salva Italia, secondo il quale, sia i pensionati che i lavoratori dipendenti che percepiscono stipendio mensile, in caso di pignoramento non rischiano più il solo quinto della retribuzione o della pensione, ma anche di più, fino a perdere del tutto l'intera rata. Il provvedimento cui si riferisce il citato decreto, supera e si fa un baffo del codice di procedura civile, fino al 2001 applicato che prevedeva la sola pignorabilità del quinto dello stipendio o della pensione, quest'ultima un tempo era inaggredibile interamente. Si è stentato per anni di porre un freno a quello che appare un diritto barbaro del creditore, ovvero, lasciare sul lastrico dipendente o pensionato che ha sopratutto beghe con Equitalia i cui conteggi come sappiamo non sempre sono del tutto cristallini. Per rendere più agevole il pignoramento, con la scusa della tracciabilità di ogni movimento finanziario, sempre il Governo Monti obbligò l'INPS a versare le pensioni superiori a mille euro al mese in un conto corrente bancario o postale senza prevedere più la possibilità che i soldi potessero essere dati nelle mani del pensionato. Di fatto costringendo i pensionati ad aprirsi un conto corrente che nel caso di debiti insoluti prevede la possibilità del pignoramento presso terzi, ovvero in banca, oltre il noto quinto della retribuzione o della pensione. Nel caso dell'INPS ad esempio, tale pignoramento può anche essere applicato alla fonte. E' giusto pagare i debiti Essere contrari a tali norme non significa giustificare coloro che pensano che i debiti contratti non debbano essere più saldati. Ma come si fa a garantire il sostentamento del lavoratore o del pensionato se basta un Decreto per vanificare tutto e rendere possibile ad un Ente creditore di papparsi gli interi emolumenti del cittadino? Il bello è che con la scusa di giustificare ogni norma con la lotta all'evasione fiscale, si è trovato un sistema per rendere impossibile la vita dei cittadini, agirando quello che un tempo era una garanzia di quei lavoratori o pensionati appartenenti come al solito alle fasce più deboli.
Le novità in materia di pignorabilità A far data 27 giugno 2015 sono state apportate modifiche al Decreto del 2012 così espresse: Nel caso di accredito su conto bancario o postale intestato al pensionato-debitore, le somme dovute a titolo di pensione, di indennità in luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, possono essere pignorate secondo questi limiti: per tutte le mensilità di pensione accreditate sul conto corrente prima del pignoramento, il creditore può prelevare dal conto esclusivamente l’importo eccedente il triplo dell’assegno sociale (per il 2015 pari a € 448,52 x 3= 1.345,56 euro); per tutte le mensilità di pensione accreditate sul conto corrente nel giorno del pignoramento o in seguito, il creditore può prelevare dal conto gli importi sulla base dei vecchi limiti concessi nel caso di pignoramento presso l’Istituto di Previdenza e che sono: a) nella generalità dei casi, nella misura massima di 1/5 della paga versata sul conto; b) per i crediti dello Stato, Province o Comuni, nel limite massimo di 1/5; c) se il creditore agisce per crediti alimentari, nella misura concessa dal presidente del tribunale o dal giudice delegato; d) per il pignoramento in concorso di più cause creditorie (quali tributi, alimenti o altro) fino alla metà della base pignorabile. Per le altre novità vi consigliamo di proseguire la lettura cliccando sul sito Leggioggi
Giuliano
contatore
Be Sociable, Share!

Tags: , , ,