Crea sito

Precario: c’è il mutuo che fa per te!

Sei precario e per questa ragione ritieni di non poter aver diritto ad un mutuo? E’ proprio qui che ti sbagli….. Infatti, grazie al Fondo di Garanzia, è possibile anche per un precario accedere ai benefici ammessi per Legge per l’acquisto della prima casa esteso infatti alle giovani coppie. A beneficiare delle agevolazioni, soggetti che abbiano un’età inferiore ai 35 anni che dispongano di un reddito annuale Isee che non superi i 35 mila euro e che abbiano l’esigenza di acquistare un immobile di un valore che non superi i 200 mila euro e che si estenda per una superficie non superiore ai 90 metri quadri. Per ottenere i benefici la coppia deve avere un reddito, documentabile, non a tempo indeterminato. Tale prodotto è stato voluto dal Ministro della Gioventù Giorgia Meloni, ma la disponibilità messa a disposizione non supera i 50 milioni di euro per 10 mila domande presentate o in corso di presentazione. Le condizioni prevedono che le coppie under35 che facciano richiesta devono essere sposate e residenti in Italia, con o senza figli. Ma c'è possibilità anche per i nuclei monogenitoriali con figli minori, che hanno bisogno di un mutuo per la prima abitazione. L'immobile non deve però rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi) Bisogna ricordare che è stata data priorità a quelle coppie che risiedano in aree del Paese laddove vi sia carenza di case, così come, le coppie che aspirano ad avvalersi di tali agevolazioni non devono essere intestatarie di altri alloggi, salvo quelli di cui il mutuatario abbia acquistato la proprietà per successione a causa di morte, anche in comunione con altro successore, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli. Nella concessione della garanzia, inoltre, viene "data priorità ai casi nei quali l'immobile sia situato in aree a forte tensione abitativa", dice una nota del ministero. Secondo il ministro Meloni "Uno degli aspetti discriminanti nei confronti dei giovani che vogliono mettere su famiglia è la difficoltà di comprare una casa: accedere ai crediti bancari se si è titolari di contratti di lavoro atipici o a tempo determinato è impossibile". Ma è questa la soluzione dei precari? Se il problema non fosse serio verrebbe da ridere a crepapelle, se solo si pensa che stante la disponibilità di cassa, ovvero, 50 milioni di euro, per 10 mila coppie, la disponibilità, conti alla mano, non supera i 5.000 euro procapite e vogliamo proprio vedere che bel mutuo agevolato esce fuori con 5.000 euro soltanto a coppia! Giuliano Marchese
Be Sociable, Share!

Tags: ,

One Comment

  • Francesco ha detto:

    Buongiorno,

    il mio nome è Francesco e sono il responsabile dei portali online Mutui.com e Prestiti.com.
    Ho visitato il vostro sito finanzainrete.altervista.org e mi chiedevo se foste interessati ad una collaborazione redazionale.

    Ringraziando in anticipo per la risposta, porgo cordiali saluti.

    Francesco – Mutui.com
    Prestiti.com