Share:
Condividi

 

Al momento attuale, almeno nel nostro Paese, esiste una grande disponibilità di alimenti sia come materie prime che come prodotti trasformati. Abbiamo quindi materie prime alimentari (frutta, verdura, carni, uova, pesce, ecc.) prodotte sia in Italia che all’estero.

Gli alimenti trasformati (pasta e altri prodotti da forno, salumi, formaggi, conserve, marmellate, vini, bevande analcoliche, ecc.), sono in prevalenza di produzione industriale, ma anche artigianale. In ogni caso le materie prime utilizzate per la loro produzione (cereali, carni, latte, ecc.) sono in gran parte di importazione in quanto le nostre agricoltura e zootecnia non sono in grado di fare fronte alle richieste della nostra industria alimentare e degli artigiani.

Sul mercato sono anche disponibili alimenti “tipici” e alimenti biologici che hanno caratteristiche organolettiche particolari e che sono spesso espressione del territorio in cui vengono prodotti. Comunque anche molti degli alimenti tipici si ottengono utilizzando materie prime di importazione.

I cittadini acquistano gli alimenti attraverso i negozi di alimentari, i mercati rionali e la grande distribuzione. Esistono anche forme di distribuzione a km zero o con l’acquisto diretto dai produttori. ( l’articolo continua

  QUI