Crea sito

Usi il microonde? Non scaldarci mai questi alimenti

usare-forno-a-microonde   A dircelo la Food Standards Agency e la European Food Information Council, due importanti agenzie che hanno convenuto e concluso che almeno cinque alimenti fra quelli che siamo soliti scaldare non dovrebbero mai essere inseriti all'interno del forno a microonde. I rischi cui andremmo incontro disattendendo a questa precauzione sarebbero a carico della salute, a partire dai disturbi di natura digestiva, a volte anche importanti, per finire con depauperazione di nutrienti che la cottura in questo caso genera e arreca a questi cibi una volta introdotti nell'ormai noto e conosciutissimo elettrodomestico che spopola nelle nostre case. Uno di questi alimenti che non andrebbe introdotto nel forno a microonde è il pollo. Le carni bianche di pollo infatti, sono notoriamente colonizzate da batteri anche noti per la loro resistenza e per la loro aggressività. Ricordiamo la salmonella, capace di gravi danni alla nostra salute. Ebbene, questi e altri batteri, non verrebbero del tutto sconfitti dalla cottura o dal riscaldamento utilizzando il forno a microonde, in quanto il calore generato dall'apparecchio non penetra l'interno delle carni che restano, nel caso del pollo, più fredde rispetto all'esterno col risultato che le colonie di batteri non vengono del tutto neutralizzate. A proposito della digeribilità della carne bianca rispetto a quella rossa, sembrerebbe anche che le maggiori proteine presenti nella carne bianca subirebbero una sorta di degradazione col risultato di assistere a disturbi, sia pure transitori, allo stomaco. Un altro alimento che non andrebbe riscaldato nel microonde è il riso. Se questo infatti viene lasciato a temperatura ambiente e successivamente riscaldato nel microonde, assistiamo, anche in questo caso, ad una parziale eliminazione dei batteri che si saranno formati nell'alimento, col rischio di andare incontro ad una sorta di tossinfezione alimentare. Problema più grave potrebbe avvenire con le patate se sono state conservate male dopo cottura o, addirittura, avvolte nella stagnola. Ebbene in questo caso, il rischio potrebbe essere ancora maggiore, potendo assistere alla comparsa del temibilissimo "Clostridium botulinum" ovvero il batterio del botulismo. Le microonde sembrano non agire contro questo microrganismo. Così come non è consigliabile scaldare i funghi, anch'essi facilmente colonizzati da batteri gastroresistenti, né tanto meno andrebbero scaldati gli spinaci. In quest'ultimo caso il pericolo non sono i batteri, per cui i danni si riscontrerebbero solo nel tempo. Gli spinaci e altre verdure detenendo sostanze note come ioni nitrato, una volta riscaldati nel forno a microonde si rasformano in nitriti e nitrosammine note sostanze cancerogene se assunte sopratutto per lungo tempo e in quantità elevate. Insomma, usiamo il comodissimo forno a microonde, ma evitiamo di introdurci questi cibi. Giuliano
contatore internet
Be Sociable, Share!

Tags: ,