Crea sito

Cellulare: ecco quando la multa per guida col cellulare in mano non… vale!

  Essere multati sulla base della descrizione fatta dagli agenti di Polizia che sostengono di aver visto sfrecciare in strada un signore con gli occhiali, calvo e alla guida di un’auto mentre era intento a parlare al cellulare, è ingiusto e pretestuoso, ne deriva che in tale circostanza la multa dovrà essere considerata nulla! Altro è infatti contestare l’infrazione nell’immediatezza dell’accaduto, altro è affidarsi alle percezioni visive del singolo agente di Polizia ed infatti, chi può stabilire con assoluta certezza che il presunto trasgressore non indossasse davvero l’auricolare? A dirimere la questione è intervenuta una Sentenza del Giudice di Pace di Pisa, la Sentenza n. 1450/11, che ha sostenuto che solo la conoscenza di una realtà statica, qual è il veicolo dopo essere stato fermato, può dar luogo a una descrizione analitica che si converte in un accertamento giuridicamente rilevante; diverso è il caso in cui gli agenti hanno la percezione di una realtà dinamica che si consuma in un istante, come accade quando il mezzo è in movimento, un caso che non può essere affatto assimilato all’ipotesi precedente.
Be Sociable, Share!

Tags: , , ,