Crea sito

Archive for the ‘Politica economica’ Category

Cure mediche: gli italiani non hanno più i soldi per curarsi e se si ammalano crepano!

domenica, settembre 4th, 2016
Italiani-sempre-più-poveri Ma che Paese è il nostro, dopo decenni di battaglie sociali, dopo gli sforzi che hanno comportato lacrime e sangue per chi ha creduto e ha combattuto per farlo, per garantire l’aiuto minimo a tutti coloro che non avevano più le capacità per potersi sostenere e dopo le battaglie volte a garantire il diritto alla salute a tutti, ecco in meno di un decennio come stiamo e abbiamo già in parte perduto le tutele sociali se solo pensiamo che su quasi 42 famiglie su cento, almeno una ha dovuto rinunciare ad una prestazione sanitaria e tutto ciò, nonostante i cittadini paghino qualcosa come 500 euro a testa per far fronte al 18% della spesa sanitaria complessiva e non solo… (altro…)

Equitalia addio: il dopo Equitalia? Ancora più nero!

mercoledì, agosto 10th, 2016

renzi-equitalia

Chi non ricorda, fra i tanti proclami di Matteo Renzi, uno dei più recenti, “Entro la fine dell’ anno faremo il decreto che cambierà il nostro modo di concepire il rapporto tra fisco e cittadini. Confermo che entro l’anno bye bye Equitalia”. Con la chiusura di Equitalia, sbandierata così in pompa magna, qualcuno ha pensato non di certo di non dover più pagare le tasse, ma di avere un fisco più “amico”, meno aggressivo, più comprensivo stante oltretutto il momento storico negativo della nostra economia. Ma sarà davvero così? (altro…)

Come ottenere il bonus acqua per le famiglie

domenica, agosto 7th, 2016
acqua rubinetto   I meno abbienti avranno acqua scontata per uso domestico e agevolazioni per le morosità cui sono andati incontro. Ciò prenderà presto il via da due decreti attuativi, individuabili dal numero 211/2015 del Ministero dell'Ambiente. (altro…)

Ecco la SIA: la mancetta del Governo per chi è disperato!

lunedì, luglio 25th, 2016
20081222- ROMA -SOI- ISTAT:  5,3% FAMIGLIE NON HA SOLDI PER IL CIBO  - Un anziano fruga tra i rifiuti del mercato di piazza S. Cosimato a Trastevere, oggi a Roma.   Secondo l'ultima indagine dell'Istat, a fine 2007 e' salito dal 4,2% al 5,3% il numero delle famiglie che ha dichiarato di avere avuto nel corso dell'anno ''momenti con insufficienti risorse per l'acquisto di cibo''. ANSA /GUIDO MONTANI/DEB

Povertà in Italia, il Governo pensa alle mancette

  La povertà in Italia ha toccato livelli spaventosi dal dopoguerra in poi, in Italia sono milioni gli abitanti in stato di povertà assoluta e molti di più coloro che sono in stato di povertà relativa, con nostri connazionali costretti a vivere in auto per aver perso la casa, oppure affidandosi agli Enti caritatevoli per poter sopravvivere. Ebbene, in siffatte condizioni lo Stato cosa fa? Assicura appena 320 euro al mese a famiglia per un anno, con la promessa che possono diventare 400 euro in particolari condizioni. (altro…)

Vacanze al mare: riesci ad andarci con la famiglia o devi scegliere solo la spiaggia libera?

venerdì, luglio 15th, 2016

vacanza al mare

Forse c'è da stupirsi poco che gli italiani abbiano difficoltà ad andare in vacanza. Se solo si pensa agli ultimi dati riguardo la povertà degli italiani divulgati dall'Istat si comprende bene come sia difficile per molti connazionali dedicarsi un periodo di meritato riposo, ma c'è anche un altro dato che ci palesa bene le difficoltà che incontrano gli italiani nel concedersi un periodo di relax. I costi per una famiglia per una giornata al mare. (altro…)

Ripresa economica? Esiste solo nella testa di chi ci governa!

venerdì, luglio 8th, 2016
Ripresa-economica   Siamo in ripresa! Quante volte sentiamo dichiarazioni di questo tipo nei titoloni dei TG o in alcuni giornali. L'ha detto l'Istat, pontificano i soloni del Governo, poi, gratta, gratta ti accorgi che l'Istat in effetti parla di un incremento delle vendite al dettaglio,  ma senza alcuna nota enfatica, visto che tale incremento è di solo lo 0,1% riferito al mese di aprile, dunque del tutto insignificante. Ma c'è di più ed è pure peggio se ci riferiamo all'indice su base annua. (altro…)

Usura: non disperare, ecco chi ce l’ha fatta a venirne fuori

giovedì, luglio 7th, 2016

usura

Checchè ne dicano gli esponenti di punta del Governo, premier in testa, la crisi economica continua ad attanagliare le famiglie italiane e non c'è alcun segnale di ripresa degno di nota che possa far tirare un sospiro di sollievo a quelle persone che non riescono non solo ad arrivare alla fine del mese, ma neanche a pagarsi le bollette di casa. E non parliamo solo di pensionati, ma anche di cassintegrati, disoccupati, lavori autonomi che hanno visto fallire la propria attività. Ovvio che in siffatte condizioni il rischio di finire in mano agli usurai è sempre più concreto. (altro…)

Clemente Mastella: ecco perchè potrebbe finire alla Caritas!

venerdì, giugno 24th, 2016
  03/02/2010 Roma Tarsmissione Il fatto del giorno nella foto Clemente Mastella Beneventani, avete votato Clemente Mastella, ora ciucciatevi l'esternazione fastidiosa come una zanzara in una notte di piena estate che il neo sindaco di Benevento ha rilasciato in un'intervista proprio alla “Zanzara”, il programma radiofonico di Radio 24. Secondo il già deputato, già senatore, già eurodeputato, ora sindaco, esponente del centrodestra ma anche del centrosinistra, una volta con Prodi, una volta con Berlusconi, ex ministro del lavoro, appunto con Berlusconi, ma anche ministro della Giustizia con Romano Prodi che però affossa nel 2008, insomma, un camaleonte con diverse casacche addosso, a seconda delle stagioni, un po' Ccd, un po' Udr, ma anche Udeur e perché no, Forza Italia e per finire, ma siamo sicuri che la sua vita politica sia ben lungi dal finire, oggi capo della coalizione di Popolari per il Sud. (altro…)

Comunisti: sarebbero malati mentali, a dirlo la Scienza!

giovedì, giugno 16th, 2016

comunista

Non se ne abbiano a male i comunisti veri, quelli dalla fede granitica che per nulla al mondo li farebbe cambiare idea sulla loro ideologia, un po' come accade ai tifosi di calcio, per tutta la vita fedeli ad una sola squadra, anche se nel caso dei comunisti, la storia li smentisce continuamente. Ma secondo studi scientifici seri, i comunisti sarebbero malati mentali. (altro…)

Droga: lo Stato mantiene gli spacciatori negli hotel a 4 stelle!

giovedì, giugno 9th, 2016
spaccio-Droga-Piazza-Bellini_foto Panorama   Ormai è un mantra, scappano dalla guerra vanno accolti, come è stato accolto Dampha Lamin il cui vero nome è Sharif Lamin proveniente dal Gambia che il 4 dicembre 2014 ha chiesto asilo politico alla questura di Caserta e al quale è stato riconosciuto lo status di rifugiato e per questo è stato accolto, fin da allora, a spese degli italiani da una cooperativa del posto, con tutti i vantaggi previsti per i rifugiati. (altro…)

Sanità: Undici milioni di italiani tagliati fuori dalle cure

mercoledì, giugno 8th, 2016
sanità   Sono 11 milioni gli italiani che nel 2016 hanno rinunciato alle cure a causa di difficoltà economiche. Sempre più persone non sono in grado di accedere alle prestazioni di cui avrebbero bisogno (erano 9 milioni solo due anni fa): a sentire maggiormente il problema sono 2,4 milioni di anziani e 2,2 milioni di millennials, ossia coloro che sono nati tra gli anni ’80 e il 2000. A rivelare i dati, nel bel mezzo del Welfare Day 2016, è il Censis che ha realizzato lo studio “Dalla fotografia dell’evoluzione della sanità italiana alle soluzioni in campo” in collaborazione con Rbm.   (altro…)

Pensioni: non paghi i debiti? Perdi la pensione!

mercoledì, giugno 1st, 2016
Equitalia-espropriazioni   Fino a qualche tempo fa i pensionati possessori di una qualsiasi forma di pensione si sentivano tutelati rispetto a qualsiasi creditore in quanto il loro vitalizio, nella peggiore delle ipotesi era pignorabile solo in ragione di un quinto, il resto risultava sempre impignorabile. Ma da qualche tempo le cose sono profondamente cambiate! (altro…)

Immigrazione: l’Italia affonda nella miseria e il malaffare si arricchisce con la complicità dello Stato!

lunedì, maggio 30th, 2016

poverta_minorile_bambini

Come fanno gli italiani a non vomitare, a non provare ribrezzo, schifo, orrore davanti ad una nazione che negli ultimi anni è tutta prona e genuflessa davanti all'accoglienza dei migranti, pronta a pagare 37 euro al giorno per ciascuno di loro e dagli 80 ai 140 euro per i minori non accompagnati per poi assistere a migranti scapestrati che rifiutano un centro d'accoglienza, a dir loro, inidoneo alle proprie esigenze, che dopo averlo devastato vengono collocati in un albergo a 4 stelle a Messina e questo è solo l'ennesimo caso. Non si pensa neanche lontanamente che tutto ciò stride vergognosamente, maledettamente contro il dato dell'ISTAT che registra come in Italia vi siano 2 milioni di bambini italiani che vivono in una condizione di povertà assoluta, una parte e di povertà relativa, l'altra? Quanti aiuti si potrebbero dare alle famiglie con solo la metà di quanto viene elargito ai migranti? (altro…)

Povertà: ne esiste una ancora più grave, l’impossibilità di curarsi!

domenica, maggio 29th, 2016
  povertà sanitaria La povertà sanitaria è una realtà. Significa che famiglie intere non possono permettersi cure sanitarie e acquisto di farmaci e che limitano quanto più possibile la spesa per curarsi. In Italia si contano oltre 400 mila persone che non possono comprare un farmaco, mentre quest’anno è aumentata la domanda di medicinali fatta dagli enti caritativi sostenuto dal Banco Farmaceutico. Proprio dall’Osservatorio sulla Donazione dei Farmaci del Banco Farmaceutico Onlus arrivano i numeri che fotografano una persistente povertà sanitaria e farmaceutica. (altro…)

Sanità: tagliano le esenzioni e gli italiani non potranno più curarsi

giovedì, maggio 19th, 2016
tiket sanitari   Con il taglio delle esenzioni è a rischio la salute degli italiani. Ancora più a rischio di quanto non lo sia stata finora, se si considera che l’alto costo di ticket e prestazioni sanitarie o le liste di attesa troppo lunghe di fatto portano molti a rinunciare alle cure mediche. In quanti? (altro…)

Bollo auto: ecco come aumenterebbero i carburanti

martedì, maggio 17th, 2016

pompa-benzina_0

Tra accise ed iva, un automobilista italiano paga all’erario un conto di 656 euro l’anno, in decisa crescita rispetto al 2011 (quando il fisco chiedeva ‘solo’ 547 euro) e che potrebbe lievitare ancora: se il progetto di abolire il bollo auto istituendo al suo posto una nuova maxi-accisa dovesse passare, l’esborso salirebbe a circa 785 euro. Un aumento di 129 euro rispetto ad oggi. È quanto ha calcolato l’ufficio economico di Faib Confesercenti, associazione di gestori della distribuzione carburanti. (altro…)

Asili nido: ma quanto costano alle famiglie?

mercoledì, maggio 4th, 2016
asilo_nido28   Ci sono ancora troppi bimbi in cerca di un asilo nido. E tante differenze nel costo dei nidi comunali da città a città: si va dai 515 euro al mese a Lecco ai 100 euro chiesti a Catanzaro. Differenze notevoli ci sono anche fra le regioni: la più costosa è la Valle d’Aosta con una media di 440 euro, la più economica è la Calabria con 164 euro (ma a livello nazionale qui in un anno c’è stato l’aumento più consistente, più 18%). Le tariffe sono piuttosto stabili: la retta media mensile per un bimbo iscritto al nido comunale è di 311 euro, un costo che incide del 12% sulla spesa sostenuta ogni mese da una famiglia. (altro…)

Quanto costa in Italia crescere un figlio fino alla maggiore età?

martedì, ottobre 13th, 2015
figli Quanto costa crescere un figlio? La spesa varia molto in base al reddito familiare, ma se si considera una famiglia con reddito disponibile netto di 34 mila euro annui e con un figlio, il costo dalla nascita fino a 18 anni può arrivare in media a 171 mila euro. Sono circa mille euro al mese. Le stime vengono dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che ha realizzato un’indagine sulle spese per mantenere un figlio dalla nascita alla maggiore età. (altro…)

Crisi: gli italiani consumano persino meno pane

giovedì, ottobre 1st, 2015
Bread

Bread

Più di quattro italiani su 10 (42 per cento) mangiano il pane avanzato dal giorno prima, con una crescente tendenza a contenere gli sprechi. E’ quanto afferma la Coldiretti, sulla base di un’indagine Ixè, nel sottolineare che la crisi ha portato i cittadini a sviluppare diverse tecniche per evitare quello che una volta veniva considerato un vero sacrilegio, con il 44 per cento degli italiani che lo surgela, il 43 per cento lo grattugia il 22 per cento lo dà da mangiare agli animali mentre nel 5 per cento delle famiglie il pane non avanza mai. E ben il 24 per cento utilizza il pane raffermo per la preparazione di particolari ricette che vengono spesso dalla tradizione contadina. (altro…)

Alimentazione: la crisi avvelena i nostri piatti, anche i più semplici

venerdì, settembre 25th, 2015
piatti a tavola Che bizzarria e per giunta pure pericolosa. Produciamo in certe zone d’Italia, pensiamo alla Calabria, il peperoncino più buono del mondo e invece che facciamo? Dobbiamo andarlo ad importare dall’altro capo del pianeta, ad esempio, dal Vietnam. Risultato? Non solo non è più forte e gustoso di quello che produciamo in casa nostra, ma addirittura è pure velenoso! (altro…)

Perchè i farmaci in Fascia C in Italia costano più di cento volte che in Germania e Francia?

sabato, settembre 19th, 2015
farmaci-farmaci In Italia i farmaci a carico del consumatore costano di più che in Francia e in Germania. Analizzando i costi di una serie di medicinali di fascia C, e senza obbligo di ricetta, l’Adoc evidenzia che in media per l’acquisto di un farmaco da banco in Francia si spende il 125% in meno che in Italia, in Germania il 94% in meno. La spesa media annuale di una famiglia italiana per l’acquisto di farmaci di fascia C è di circa 120 euro, mentre lo stesso quantitativo di medicinali costa in Francia 70 euro (meno 71%) e in Germania 55 euro (meno 118%). (altro…)

Crisi passata? Come mai allora 11 milioni di persone non possono alimentarsi adeguatamente?

domenica, settembre 6th, 2015
crisi economica Il rapporto col cibo cambia in periodo di crisi: perché si tende a sprecare meno, si fa la spesa con un occhio al prezzo e uno alla qualità dei prodotti, si arriva a tagliare anche i consumi essenziali. I comportamenti di consumo cambiano ma solo in molti a trovarsi in condizione di seria difficoltà: circa 11 milioni di persone non possono permettersi un pasto proteico adeguato almeno ogni due giorni. Oltre 4 milioni di poveri devono chiedere aiuto per mangiare. (altro…)

Tasse: al rientro dalle vacanze la maxistangata non solo di tasse

giovedì, settembre 3rd, 2015
bollette Le vacanze sono ormai finite quasi per tutti, esclusi coloro che, giustamente, decidono di trascorrere le ferie a settembre. Ciò non toglie che, in qualsiasi mese dell’anno l’abbiate fatte o le state per fare, al rientro vi aspetta una “bella” sorpresa, una maxi stangata di tasse e costi dei servizi così concentrate come difficilmente vi sarà mai capitato di imbattervi. (altro…)

Imu: ne paghi troppa? Nessun problema, pagherai le visite mediche!

giovedì, agosto 27th, 2015
imu “Per pagare meno Imu rischiamo di pagare più farmaci e visite mediche”: è quanto dichiara l’Anaao Assomed, l’associazione dei medici e dirigenti del Servizio Sanitario Nazionale, di fronte alle notizie di questi giorni dei prossimi interventi sulla sanità. Tagli o risparmi? Per i medici non c’è chiarezza se non che la sanità diventerà ulteriore “bancomat del Governo”. (altro…)

Multe: puoi contestarla se è arrivata dopo 90 giorni

domenica, agosto 23rd, 2015
multe Se la multa arriva 90 giorni dopo la data dell’infrazione è possibile contestarla. Una vecchia regola che torna attuale visto il caso eclatante di Milano, dove il Comune ha multato quasi 300mila vetture per eccesso di velocità (grazie all’autovelox). E i numeri sembrano destinati a crescere perché sono riferiti a un lasso di tempo di 50 giorni. In molti casi la sanzione viene inviata oltre il termine dei 90 giorni previsti dal Codice della Strada. Perché il Comune ha deciso di calcolare il termine dal giorno in cui la foto viene visionata dai funzionari, anziché dal giorno dell’accertamento fotografico. Altroconsumo contesta quest’interpretazione della legge e spiega come fare ricorso. (altro…)

Car Sharing: conviene davvero?

domenica, agosto 16th, 2015
car sharing Il car sharing conviene o no? Non vi è una risposta univoca in quanto occorre distinguere l’uso che si fa dell’auto in condivisione. L’Unione Nazionale Consumatori, in vista del Premio Dona quest’anno dedicato proprio alla sharing economy e all’innovazione, ha confrontato i costi annui per il mantenimento di un’auto con quelli del car sharing. (altro…)

Vacanze: adesso gli italiani le fanno così

giovedì, agosto 13th, 2015
agriturismo Agriturismi premiati per le vacanze 2015. Nella stagione che vede previsioni più ottimistiche rispetto agli anni passati per le ferie degli italiani l’agriturismo si conferma una meta ambita per i turisti, con oltre 1,4 milioni di ospiti attesi fino alla fine di agosto e con una stima di crescita del 5% delle presenze rispetto allo scorso anno. Aumentano anche gli stranieri e la “multifunzionalità” delle strutture: in molte permettono di praticare diversi sport, dall’escursionismo al trekking, e non mancano corsi di cucina, Spa e piscina. (altro…)

Tasse: lavoriamo più per le tasse che per noi

lunedì, agosto 10th, 2015
tasse   Ma quanto accidenti deve guadagnare un povero Cristo italiano per poter spendere in santa pace i frutti del suo faticoso lavoro? Chi potrà mai rispondere a questa domanda serenamente se, conti alla mano, più guadagni più tasse paghi, un ragionamento questo che sulla carta sarebbe anche giusto, ma con uno Stato equo, che non penalizza il lavoro al punto da far perdere la voglia di fare profitto, se più della metà delle nostre entrate se ne vanno in tasse. (altro…)

Sanità: taglia di qua, taglia di là e cosa ci resta?

sabato, agosto 1st, 2015
sanità   “Si sta facendo il gioco delle tre carte: se si tolgono più di 2 miliardi al SSN anche per il 2016, possiamo dire che si smantella la salute come bene comune”. È quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente Sergio Chiamparino nell’ambito della Conferenza Stato Regioni a proposito dell’intesa sul riparto dei tagli al fondo della sanità (che è stata approvata da tutte le Regioni tranne il Veneto). (altro…)

Andiamo al mare: ecco quanto spendiamo al giorno

giovedì, luglio 23rd, 2015
giornata al mare Ottantacinque euro a famiglia: questo quanto bisognerà sborsare quest’anno per concedersi una giornata di mare. Si parla qui della classica domenica al mare, in uno stabilimento balneare con abbonamento giornaliero che comprende ombrellone, sdraio e lettino e l’acquisto di panini, gelati, acqua e caffè freddo. La stima è di Federconsumatori, che valuta costi superiori allo scorso anno dell’1,1% e sottolinea che gran parte delle famiglie si orienterà verso la spiaggia libera. (altro…)