Crea sito

Posts Tagged ‘codice strada’

Tamponamento in curva: di chi è la responsabilità?

venerdì, agosto 19th, 2016

Tamponamento

Sarà capitato almeno una volta nella vita a tutti gli automobilisti di entrare in curva e trovarsi di fronte una o più auto ferme che intralciano la strada per motivi diversi. Nella malagurata ipotesi che la velocità tenuta era alta al punto da non poter scongiurare l’impatto , cominciano i guai, che spesso non si limitano ai soli danni materiali. Ma ci si domanda, in caso di incidente avvenuto in queste circostanze, di chi è la responsabilità? Bel dilemma, di primo acchito verrebbe da dire che trovarsi la strada sbarrata in curva quando la visibilità è celata dalla curva stessa al punto da non poter scongiurare l’impatto libera la responsabilità dell’investitore per i danni che ne conseguono, addirittura, verrebbe da pensare, che chi tampona un’auto dietro una curva dovrebbe essere risarcito, ma sarà davvero così? A giudicare da quanto accaduto ad un automobilista umbro che appena imboccata una curva si è trovato di fronte la scena di un tamponamento con auto che ostruivano la carreggiata che non è riuscito a schivare tamponandole in successione, sembrerebbe che il criterio del chi tampona paga, almeno in questo caso non dovrebbe valere, stante anche il fatto che l’automobilista a sua discolpa ha sostenuto che non v’erano segnalazioni di incidenti in corso. Oltretutto il tamponamento che ne è derivato ha causato all’ investitore un danno per la propria auto di quasi 30 mila euro. Ma saranno davvero andate così le cose? Assolutamente no! (altro…)

Guidi scalzo o con le infradito? in caso di incidente potresti avere problemi

lunedì, luglio 11th, 2016

guida con le infradito

 

D’estate si sa, col caldo, con il maggior tempo libero a disposizione, con la frequentazione di zone di villeggiatura, si tende ad indossare un abbigliamento sempre meno formale a partire dalle calzature e non è raro vedere che sopratutto molte donne tendono a guidare la propria auto con le infradito, gli uomini sono più inclini alla guida da scalzi, sopratutto al mare. Ma il problema è, se accade un incidente, siamo sicuri che guidare in queste condizioni non ci esponga a rischi di responsabilità civile cui dobbiamo rispondere?

(altro…)

Come evitare di mettersi nei guai guidando in città

sabato, luglio 2nd, 2016

vignetta strisce

 

Chi pensa che guidando in città debba avere un comportamento rispettoso per i pedoni solo quando questi si trovano sulle strisce pedonali sbaglia e al perdurare di questa errata convinzione, prima o poi, si metterà in seri guai! (altro…)

Tutor: multe non valide, ecco come difendersi

lunedì, maggio 16th, 2016

tutor stradali

Dal momento che la società utilizzatrice dei tutor autostradali “Autostrade tech” risulterebbe non avere l’autorizzazione ministeriale, Asso-consum invita tutti i cittadini che abbiano ricevuto contravvenzioni elevate a mezzo dello strumento di controllo elettronico della velocità a contattare l’associazione. Le loro multe potrebbero essere nulle. (altro…)

Multe: puoi contestarla se è arrivata dopo 90 giorni

domenica, agosto 23rd, 2015

multe

Se la multa arriva 90 giorni dopo la data dell’infrazione è possibile contestarla. Una vecchia regola che torna attuale visto il caso eclatante di Milano, dove il Comune ha multato quasi 300mila vetture per eccesso di velocità (grazie all’autovelox). E i numeri sembrano destinati a crescere perché sono riferiti a un lasso di tempo di 50 giorni. In molti casi la sanzione viene inviata oltre il termine dei 90 giorni previsti dal Codice della Strada. Perché il Comune ha deciso di calcolare il termine dal giorno in cui la foto viene visionata dai funzionari, anziché dal giorno dell’accertamento fotografico. Altroconsumo contesta quest’interpretazione della legge e spiega come fare ricorso.
(altro…)

Multe stradali: dove vanno a finire i soldi incassati?

lunedì, giugno 29th, 2015

 

 

multe stradaliCi sono due obblighi che vengono evasi, o scarsamente rispettati, quando di parla dei soldi incassati con le multe stradali: almeno il 50% dovrebbe essere destinato alla sicurezza stradale, e non sempre accade – i soldi finiscono per pagare forniture e servizi di ogni genere, spesso anche per ripianare buchi di bilancio.

(altro…)