Crea sito

Posts Tagged ‘crisi economica’

Ecco la SIA: la mancetta del Governo per chi è disperato!

lunedì, luglio 25th, 2016
20081222- ROMA -SOI- ISTAT:  5,3% FAMIGLIE NON HA SOLDI PER IL CIBO  - Un anziano fruga tra i rifiuti del mercato di piazza S. Cosimato a Trastevere, oggi a Roma.   Secondo l'ultima indagine dell'Istat, a fine 2007 e' salito dal 4,2% al 5,3% il numero delle famiglie che ha dichiarato di avere avuto nel corso dell'anno ''momenti con insufficienti risorse per l'acquisto di cibo''. ANSA /GUIDO MONTANI/DEB

Povertà in Italia, il Governo pensa alle mancette

  La povertà in Italia ha toccato livelli spaventosi dal dopoguerra in poi, in Italia sono milioni gli abitanti in stato di povertà assoluta e molti di più coloro che sono in stato di povertà relativa, con nostri connazionali costretti a vivere in auto per aver perso la casa, oppure affidandosi agli Enti caritatevoli per poter sopravvivere. Ebbene, in siffatte condizioni lo Stato cosa fa? Assicura appena 320 euro al mese a famiglia per un anno, con la promessa che possono diventare 400 euro in particolari condizioni. (altro…)

Crisi economica: ecco la ricetta sarda!

martedì, giugno 14th, 2016
sardegna 1   Un tempo la Cigl, nel bene o nel male, curava gli interessi dei lavoratori iscritti, chi non ricorda le battaglia di Luciano Lama, che traghettò il sindacato di cui era segretario in un periodo difficile come quello rappresentato dagli anni settanta fino agli albori degli anni novanta. Si può discutere sui temi affrontati, sulle tematiche non sempre condivisibili, ma resta il fatto che, almeno sulla carta, importanti sigle sindacali come quelle appunto della CGIL avevano come vessillo la tutela dei lavoratori. Ma oggi, sulla spinta del politicamente corretto, o di qualcosa di più sordido che si muove nel sottobosco anche delle sigle sindacali, i malpensanti potrebbero pensare agli interessi delle cooperative a supporto degli immigrati, persino la CGIL, per bocca di Caterina Cocco, segretaria regionale sarda, “partorisce” un'idea strampalata, priva di senso, pericolosa e falsamente buonista. “L'emigrazione si può combattere con un'arma formidabile: l'immigrazione”. (altro…)

Povertà: ne esiste una ancora più grave, l’impossibilità di curarsi!

domenica, maggio 29th, 2016
  povertà sanitaria La povertà sanitaria è una realtà. Significa che famiglie intere non possono permettersi cure sanitarie e acquisto di farmaci e che limitano quanto più possibile la spesa per curarsi. In Italia si contano oltre 400 mila persone che non possono comprare un farmaco, mentre quest’anno è aumentata la domanda di medicinali fatta dagli enti caritativi sostenuto dal Banco Farmaceutico. Proprio dall’Osservatorio sulla Donazione dei Farmaci del Banco Farmaceutico Onlus arrivano i numeri che fotografano una persistente povertà sanitaria e farmaceutica. (altro…)

Ripresa? Ma state zitti! Gli stipendi sono fermi a 34 anni fa e i consumi mummificati!

sabato, maggio 28th, 2016
Rapporto-SVIMEZ-2015   Dopo il crollo del fatturato dell’industria, registrato  dall’Istat, arriva un altro dato negativo: le vendita al dettaglio nel primo trimestre 2016 sono ferme (a marzo -0,6%). “Segnali che devono zittire una volta per tutte chi ancora parla di ripresa” commentano Federconsumatori e Adusbef. Ma c’è un altro dato che fa sobbalzare: l’aumento tendenziale delle retribuzioni contrattuali orarie dello 0,6% ad aprile è il più basso registrato dall’Istat in 34 anni di serie storiche, iniziate nel 1982. (altro…)

Alimentazione: la crisi avvelena i nostri piatti, anche i più semplici

venerdì, settembre 25th, 2015
piatti a tavola Che bizzarria e per giunta pure pericolosa. Produciamo in certe zone d’Italia, pensiamo alla Calabria, il peperoncino più buono del mondo e invece che facciamo? Dobbiamo andarlo ad importare dall’altro capo del pianeta, ad esempio, dal Vietnam. Risultato? Non solo non è più forte e gustoso di quello che produciamo in casa nostra, ma addirittura è pure velenoso! (altro…)

Colazione al bar: sempre più rara

mercoledì, settembre 23rd, 2015
colazione bar   “Gli italiani continuano a stringere la cinghia per far quadrare il bilancio a fine mese e lo fanno anche sacrificando qualche pranzo, cena o aperitivo e persino il rito della colazione la mattina al bar. Il settore che resisteva alla spending review familiare e che anzi funzionava da premio di consolazione per le tante altre rinunce, dalle vacanze all’abbigliamento, ai divertimenti, ha pagato il suo pegno alla crisi”: così la Fiepet – Federazione italiana esercenti pubblici e turistici, commenta i dati della tavola in tempo di crisi. (altro…)

Crisi economica: non tutte le professioni soffrono!

giovedì, settembre 17th, 2015
ESTETISTA Non tutte le professioni hanno risentito nello stesso modo della crisi. Alcune, proprio in questi anni di estrema difficoltà, hanno resistito e hanno registrato addirittura aumenti percentuali di occupati. Per strano che possa sembrare è proprio così, durante una crisi economica non tutti soffrono, anzi! (altro…)

Crisi economica: una famiglia su tre non porta più i figli dal dentista

lunedì, settembre 14th, 2015
dentista   Con la crisi economica gli italiani rinunciano a carne e pesce, elettrodomestici e giornali, televisori, cure mediche e dentistiche. I  consumi di prodotti non alimentari sono in calo e, dato allarmante, le cure dentistiche. A tracciare un bilancio dei dati disponibili è il Codici, che per voce del segretario nazionale Ivano Giacomelli commenta: “La situazione sta assumendo contorni decisamente critici. Ci auguriamo che le amministrazioni possano realmente e concretamente andare incontro ai cittadini, che si trovano sempre di più in difficoltà”. (altro…)

Crisi economica: altro che finita, non basterà un decennio!

mercoledì, luglio 22nd, 2015
Crisi-economica C’è chi predica, promette e non mantiene e soprattutto rassicura coloro che ancora riescono a star dietro alle sue bugie. Questo qualcuno è il premier Renzi e tutto il suo Governo di non eletti, le promesse sono tante ed è fastidioso pure elencarle, ma una in particolare che più che una promessa è una rassicurazione fa acqua da tutte le parti ed è quella che pontificando sostiene che la crisi sia finita e piano, piano stiamo riemergendo, ma la verità è ben altra e molto diversa, a sostenerlo è Confesercenti. (altro…)

Crisi economica: altro che passata, guardate come mangiano gli italiani

domenica, giugno 28th, 2015
crisi economicaIl taglio degli acquisti sta cambiando la spesa alimentare degli italiani: nel carrello ci sono sempre meno olio e vino, meno pane (sceso addirittura ai minimi storici) e meno pasta, e sono scarse le quantità di frutta e verdura che vengono consumati – solo il 18 per cento della popolazione ne consuma almeno quattro porzioni al giorno. Tutto questo fa dire a Coldiretti che sta andando in crisi il modello della dieta mediterranea. (altro…)

Crisi economica: gli italiani disertano i supermercati

mercoledì, marzo 5th, 2014
pulizia_supermercati Gli italiani tagliano i consumi alimentari e adottano uno stile di spesa improntato sempre più al risparmio, all’eliminazione degli sprechi e degli eccessi. Il 73% ha riorganizzato la spesa puntando su offerte e promozioni. Ma, piegate dalla crisi, le famiglie sono costrette a tagliare nell’acquisto di cibo: fra i prodotti più sacrificati ci sono bevande, acqua e succhi di frutta, pesce, dolci e frutta. Sono i risultati di un’indagine Censis-Cia presentata oggi in occasione dell’Assemblea elettiva della Confederazione italiana agricoltori. (altro…)

Compro oro: attenti alla truffa, può essere dietro l’angolo!

giovedì, gennaio 2nd, 2014
negozi-compro-oro   Con i Compro Oro la truffa è dietro l’angolo. Il settore ha conosciuto un vero e proprio boom – in un anno gli esercizi sono aumentati del 15% e i consumatori che hanno venduto i propri preziosi sono aumentati del 20% – e c’è il rischio che il fenomeno continui, con l’illusione di un guadagno facile e immediato, specialmente in periodo di crisi economica o con l’esigenza di risanare le proprie finanze. Niente di più sbagliato per l’Adoc, che chiede maggiori controlli su tali attività. (altro…)

Acquisti di Natale: son bastati sei anni per dimezzare le vendite

venerdì, dicembre 27th, 2013
11.12.15-Acquisti-di-Natale I consumi di Natale saranno “sotto zero”, ancora più bassi rispetto allo scorso anno: diminuiscono anche gli acquisti di alimentari e giocattoli, i comparti più gettonati durante le festività natalizie. Già lo scorso anno la spesa per i regali si era attestata a circa 148 euro a famiglia: quest’anno ci sarà una nuova contrazione, si stima di -11,2%, per una spesa che si fermerà a 132 euro a famiglia. Sono i dati dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori che ha effettuato il monitoraggio sulle intenzioni di acquisto degli italiani in vista delle feste. (altro…)

Crisi economica: le famiglie italiane sempre più indebitate

venerdì, novembre 8th, 2013
acquisti a rate Famiglie italiane sempre più indebitate. Negli ultimi 10 anni il debito dei nuclei familiari italiani è più che raddoppiato e viaggia su due fronti: quello dei mutui e quello del credito al consumo. (altro…)

Povertà: la donna rischia più degli uomini!

giovedì, novembre 7th, 2013

Povertà

Le differenze di genere esistono, eccome. Le donne più degli uomini corrono il rischio di soffrire di povertà e di esclusione sociale. E l’Italia ha il triste primato del paese europeo nel quale la differenza è più marcata: in pericolo di indigenza è il 26,3% delle donne contro il 22,6% degli uomini. Le differenze, neanche a dirlo, sono forti anche nel tasso di occupazione, che vede le donne “rimontare” posizioni solo quando aumenta il livello di istruzione.

I dati dell’ (altro…)

Crisi economica: italiani tagliano sull’alimentazione e sui carburanti

lunedì, ottobre 14th, 2013
caro-carburanti_denaro5   Le capacità di risparmio sono sempre più ridotte, le spese obbligate sempre più alte. Oltre il 70% delle famiglie ha aumentato le proprie spese per benzina e parcheggi, un altro 70% lamenta il maggiore peso delle bollette di acqua, luce e gas. L’Outlook sui consumi di Censis-Confcommercio presentato oggi restituisce un quadro impietoso per le famiglie. (altro…)

Crisi economica: il carrello della spesa è sempre più caro, ma con le offerte si risparmia almeno la metà

venerdì, ottobre 11th, 2013
carrello-spesa   Il carrello della spesa si fa sempre più pesante e non certo perché aumenta il contenuto. Gli ultimi dati Istat registrano aumenti dell’11,6% per il caffè, del 4,2% per  le uova e del 3,6% per i formaggi. Le famiglie italiane sono costrette a rinunciare ogni giorno a qualche prodotto che prima veniva ritenuto magari necessario. Ma non è detto che sia questa la soluzione. Facendo la spesa con attenzione alle offerte promozionali si può arrivare a risparmiare dal 30 al 50%. (altro…)

Italia non risparmia, chiede soltanto prestiti

giovedì, settembre 26th, 2013
prestiti   È un’Italia dove tutti sono depressi – poveri, ceti medi in via di impoverimento e benestanti – imprigionata in una logica feudale dove le élite difendono i propri privilegi mentre la società civile è vittima e complice al tempo stesso dell’esistente. (altro…)

Crisi economica: le famiglie operaie taglieranno i consumi di quasi duemila euro all’anno

martedì, settembre 24th, 2013
stretta sui consumi   Nel triennio 2012-2014 si prevede un crollo dei consumi per le famiglie operaie. La combinazione di inflazione, disoccupazione e pressione fiscale farà che i consumi crolleranno dell’8,4%, un valore pari a 1806 euro l’anno. “Una enormità” per il reddito di operai e lavoratori dipendenti, afferma uno studio della CGIL, per la quale il Governo ha l’obbligo di porre immediato rimedio attraverso interventi concreti su fisco, investimenti e lotta alla disoccupazione e alla precarietà”. La perdita media annua di consumo raggiungerà i 600 euro. (altro…)

Italiani: in casa tagliano tutto e quest’inverno anche il riscaldamento

mercoledì, settembre 18th, 2013
riscaldamento Meno sprechi, meno riscaldamento e meno spese condominiali. E’ la spending review degli italiani, di coloro che hanno risposto al sondaggio lanciato da Casa.it che ha chiesto loro quali misure mettono in atto per contrastare il rincaro dei prezzi, in particolare all’interno delle mura domestiche. Innanzitutto riducono l’uso del riscaldamento: il 39% dei rispondenti, soprattutto nel nord Italia dove il riscaldamento rappresenta il 30% circa del budget condominiale, si preoccupa di far corrispondere la temperatura all’interno delle unità abitativa all’effettiva necessità. Il riscaldamento, in sintesi, è  la maggior fonte di spreco percepita dagli italiani; per questo, l’intenzione dichiarata più di frequente (54% dei rispondenti) è di passare da un sistema centralizzato a più impianti autonomi o semi-autonomi che permetterebbero un potenziale risparmio del 25/30%.   (altro…)

Crisi economica: addio a parrucchieri ed estetiste

martedì, settembre 10th, 2013
parrucchieri La crisi si abatte anche sui cosmetici: due anni fa le italiane (e anche gli italiani) andavano dal parrucchiere ogni 33 giorni, mentre oggi ci vanno ogni 45 giorni; e rinunciano all’estetista preferendo trattamenti di bellezza ‘fai da te’ più economici. (altro…)

Crisi economica: zero possibilità di uscirne quest’anno

domenica, settembre 1st, 2013
crisi economica   Ultimamente gli articoli che leggiamo, a partire da questo sito, sembrano tutti votati alla malasorte, una sorte di pessimismo cosmico serpeggiante che ci fa interpretare la fine del tunnel più nera di quel che di fatto potrebbe sembrare. Non è un modo per rappresentare la realtà in modo distorto ammantandola di nero catastrofismo, è invece l’esatta rappresentazione di quel che stiamo vivendo e che vivremo, alla luce dei risultati che ci pervengono da una politica sorda, ottusa, concentrata, al solito, alla soluzione delle proprie beghe di palazzo, distante anni luci dalla realtà della gente e concentrata nel voler mantenere i propri privilegi anche quando sono a detrimento della gente comune. (altro…)

Crisi alla fine? e come mai chiudono 167 imprese al giorno?

sabato, agosto 31st, 2013
fallimento   La crisi economica fa chiudere i negozi e impedisce l’apertura di nuovi esercizi commerciali. Nei primi due mesi dell’anno sono spariti quasi diecimila esercizi commerciali, e se l’andamento del mercato rimarrà questo, si stima per il 2013 la scomparsa di quasi 60 mila imprese. La perdita di negozi svuota le città: sono ormai mezzo milione gli esercizi sfitti in tutta Italia. E si conta la chiusura, nei primi due mesi dell’anno, di 167 imprese al giorno. È l’allarme lanciato oggi da Confesercenti. (altro…)

Aumento IVA: ecco quanto inciderà alle famiglie

venerdì, agosto 30th, 2013
cestino-spesa-vuoto-520(1)   Tra 30 e 120 euro al mese, a seconda del reddito percepito e del numero dei figli. E' quanto dovrebbe costare a ogni famiglia italiana l'aumento dell'iva (imposta sul valore aggiunto), secondo le simulazioni elaborate dalla Cgia, la confederazione degli artigiani di Mestre. (altro…)

Crisi finita? No, peggiorata!

giovedì, agosto 29th, 2013

crisi-economica-3

Nel secondo trimestre del 2013 il prodotto interno lordo (PIL) è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e del 2,0% nei confronti del secondo trimestre del 2012. E’ quanto comunica oggi l’Istat nelle stime preliminari, sostenendo che il calo congiunturale è la sintesi di diminuzioni del valore aggiunto in tutti e tre i grandi comparti di attività economica: agricoltura, industria e servizi. La variazione acquisita per il 2013 è pari a -1,7%. Confesercenti e Consumatori chiedono politiche per la ripresa economica.

(altro…)

Crisi economica spaventosa! in Italia quasi 5 milioni di nuovi poveri e non è finita qui!

martedì, agosto 27th, 2013
poveri   “Abbiamo alle spalle il peggiore anno dell’Italia repubblicana in termini di caduta dei consumi e l’intonazione delle attese di cittadini, lavoratori e imprese, non è certo favorita dall’attuale clima politico. E’ diffusamente riconosciuto che la crisi del paese ha cause lontane, poco affrontate, senz’altro non risolte”. (altro…)

Crisi economica: l’Italia sempre con più poveri

giovedì, luglio 18th, 2013
poverta Il risultato di mesi (se non anni) di crisi economica e disoccupazione non può che essere uno: l’aumento della povertà. Tra quella relativa e quella assoluta, l’Italia si popola di nuovi poveri, da Nord a Sud. Nel 2012 l’Istat ha registrato oltre 3 milioni e 230mila famiglie (il 12,7% del totale) relativamente povere; quelle povere in termini assoluti sono un milione e 725mila, il 6,8%. (altro…)

Lavoro: in Italia c’è di che vergognarsi, a partire dagli over 35

lunedì, maggio 27th, 2013
bamboccioni   Davanti a queste notizie dovremmo inorridire, eppure, se ascoltiamo i politici, sempre gli stessi che si sono insediati da recente al Governo della Repubblica, con il loro blaterare, con i loro discorsi tranquillizzanti, con il loro adoperarsi per il bene del Paese, ovviamente a modo loro, abbiamo l’impressione che dalla crisi stiamo uscendo ed invece, udite, udite, in Italia quasi tre 40enni su cento vive ancora a casa dei genitori e da questi riceve la paghetta per sostenersi. (altro…)

Crisi: paura totale!

martedì, aprile 30th, 2013
crisi-economica Crisi, Confcommercio: fiducia ai minimi storici, paura per il futuro Famiglie italiane al capolinea? Sembra proprio di sì: fiducia ai minimi storici; incertezza, pessimismo e paura per il futuro sono oggi i sentimenti prevalenti. Ben 11 milioni di famiglie non è in grado di mantenere il proprio tenore di vita, il 28% di esse non riesce a rispettare le scadenze dei pagamenti. (altro…)

Crisi economica: si sacrificano scooter e moto e l’auto nuova non si acquista più

mercoledì, aprile 10th, 2013
concessionarie auto Una famiglia su tre ha visto almeno uno dei suoi componenti perdere il posto nel corso della crisi, mentre un Italiano su due ha almeno un parente che si è ritrovato senza stipendio a fine mese o in cassa integrazione. E per il futuro le previsioni fotografate dall’Osservatorio mensile Findomestic restano fosche: il 23% teme di perdere l’attuale occupazione. (altro…)