Crea sito

Posts Tagged ‘Confesercenti’

Carburanti: se ci regalassero il petrolio, pagheremmo meno la benzina?

lunedì, maggio 2nd, 2016
distributore_benzina   Se il petrolio greggio costasse zero euro al barile, gli automobilisti italiani pagherebbero comunque 1,2 euro per un litro di benzina e 1,05 euro per un litro di gasolio. E’ il risultato che emerge da un’indagine svolta dalla Faib Confesercenti che dimostra l’assurdità dei costi troppo elevati che si concentrano su un litro di carburante. A quelli di raffinazione, stoccaggio e distribuzione vanno aggiunte le accise e l’Iva, che da sole coprono il 63 e il 60% medio dei prodotti petroliferi. Se lo Stato non interviene non possiamo aspettarci prezzi più bassi. (altro…)

Crisi economica: altro che finita, non basterà un decennio!

mercoledì, luglio 22nd, 2015
Crisi-economica C’è chi predica, promette e non mantiene e soprattutto rassicura coloro che ancora riescono a star dietro alle sue bugie. Questo qualcuno è il premier Renzi e tutto il suo Governo di non eletti, le promesse sono tante ed è fastidioso pure elencarle, ma una in particolare che più che una promessa è una rassicurazione fa acqua da tutte le parti ed è quella che pontificando sostiene che la crisi sia finita e piano, piano stiamo riemergendo, ma la verità è ben altra e molto diversa, a sostenerlo è Confesercenti. (altro…)

Tasse: sono bastati dieci anni e siam finiti sul lastrico

giovedì, gennaio 24th, 2013
tasse   “Dieci anni di manovre dimostrano, se ce ne fosse ancora bisogno, che l’accanimento fiscale ha prodotto un aumento gigantesco di gettito che ha impoverito pesantemente famiglie ed imprese”. E’ quanto sostiene Confesercenti che oggi ha presentato uno studio sulle imposte del terzo millennio. Il dato più significativo che emerge dall’analisi è che sono stati oltre 103 i miliardi di aumenti netti d’imposta fra il 2001 e il 2012. In media, quasi 9 miliardi in più per ciascuno dei dodici anni trascorsi dall’inizio del terzo millennio. Un risultato che, secondo Confesercenti, spiega altri due fenomeni. Il primo: un aumento di 204 miliardi del gettito complessivo registrato nello stesso periodo (dai 495 del 2000 ai 699 attesi per il 2012). Le maggiori entrate dovute alle manovre, dunque, rappresentano oltre la metà dell’aumento complessivo. Il secondo: un aumento della pressione fiscale di 3,4 punti (dal 41,3% del 2000 al 44,7% del 2012), che porta a quasi 5 punti il divario rispetto al resto d’Europa. (altro…)

Natale: otto italiani su dieci restano in casa

mercoledì, dicembre 26th, 2012
Natale e Capodanno a casa propria per gli italiani: ci sono sempre meno soldi per le vacanze. L’80% della popolazione non si sposterà da casa – sono oltre 47 milioni di italiani – e il motivo principale sono le ragioni economiche, indicate dal 66,7% di chi non parte, pari a circa 32 milioni di persone. È una percentuale in aumento rispetto al 51,9% di persone che non partiva nel 2011 per mancanza di soldi: sono aumentati i cittadini giunti alla soglia di “povertà turistica”. È quanto rende noto Federalberghi presentando le previsioni di vacanza per le feste. Il giro d’affari determinato dal movimento turistico assommerà a circa 7,6 miliardi di euro, pari a una flessione del 5% rispetto al 2011. (altro…)

Crisi economica: in un decennio così si è riusciti ad impoverire le famiglie italiane

martedì, novembre 20th, 2012
“Dieci anni di manovre dimostrano, se ce ne fosse ancora bisogno, che l’accanimento fiscale ha prodotto un aumento gigantesco di gettito che ha impoverito pesantemente famiglie ed imprese”. E’ quanto sostiene Confesercenti che oggi ha presentato uno studio sulle imposte del terzo millennio. Il dato più significativo che emerge dall’analisi è che sono stati oltre 103 i miliardi di aumenti netti d’imposta fra il 2001 e il 2012. In media, quasi 9 miliardi in più per ciascuno dei dodici anni trascorsi dall’inizio del terzo millennio. Un risultato che, secondo Confesercenti, spiega altri due fenomeni. Il primo: un aumento di 204 miliardi del gettito complessivo registrato nello stesso periodo (dai 495 del 2000 ai 699 attesi per il 2012).  Le maggiori entrate dovute alle manovre, dunque, rappresentano oltre la metà dell’aumento complessivo. Il secondo: un aumento della pressione fiscale di 3,4 punti (dal 41,3% del 2000 al 44,7% del 2012), che porta a quasi 5 punti il divario rispetto al resto d’Europa. (altro…)

Caffè: smetteremo di berlo!

martedì, maggio 29th, 2012
  Come se non bastasse già il carovita che ha fatto schizzare in sù il carrello della spesa. Da mercoledì prossimo potrebbe esserci un altro nemico per le nostre tasche: la famosa tazzina di caffè che, in alcuni bar, potrebbe costare 1,20 euro. (altro…)

Tasse: in Italia esiste anche quella sull’ombra!

mercoledì, febbraio 2nd, 2011
Chi mai conosce una curiosissima tassa tutta italiana come di fatto è la tassa sull’ombra. Ne deriva che tutti dovremmo pagarla, visto che tutti proiettiamo un’ombra ed invece, così non è, la tassa sull’ombra la pagano gli esercenti che utilizzano le tende all’ingresso di negozi, bar, ristoranti che sporgono dai locali. (altro…)