Crea sito

Vacanze: pur di farle siamo disposti ad indebitarci

Dove andrai, con chi andrai, in vacanza? con quali mezzi di trasporto ed economici effettuerai le tue tanto agognate ferie? Sono queste le domande che un’importante Associazione dei Consumatori, l’ADOC, ha rivolto ad un campione abbastanza significativo di italiani. Dalle loro risposte di riesce a capire che per noi italiani le vacanze sono importanti, al punto che, pur di farle ci si indebita. Cominciamo col dire che per i nostri connazionali la scelta della meta da raggiungere la si preferisce ancora affidare in larga parte alle Agenzia di viaggio, tante che 4 italiani su dieci si rivolge ancora a queste realtà, per altro disseminate capillarmente in tutto il territorio nazionale. Venticinque italiani su cento, invece, privilegia Internet, si tratta soprattutto di giovani che con la rete hanno molta dimestichezza. C’è chi poi chiama direttamente l’albergo, ad esempio e prenota telefonicamente, lo fanno tre italiani su dieci. Altri sistemi sono utilizzati da una sparutissima parte degli italiani, cinque su cento. Poi ci sono le sistemazioni alberghiere. Il 35% degli intervistati predilige il villaggio, il 15% il proprio camper, il 30% va in albergo, il 15% si reca nelle seconde case al mare o in montagna, di proprietà o in affitto, restano cinque italiani su cento che vanno a trovare parenti ed amici. Per i mezzi di trasporto si sapeva già in partenza che i vacanzieri preferiscono l’auto perché, anche se il carburante è al massimo storico, il risparmio per una famiglia c’è sempre; a parte il fatto che con un automezzo proprio si può raggiungere qualsiasi località turistica senza dover passare da un mezzo di trasporto ad un altro. Quindi, il 55% utilizzerà il proprio mezzo di locomozione, il 45% si avvarrà di aerei, navi e treni, singolarmente ma anche con combinazioni e scambi tra questi. Per quanto concerne le destinazioni c’è da ricordare che per quanto attiene il mare, la Puglia viene scelta da sei italiani su dieci, mentre un italiano su dieci visiterà le Capitali d’Europa, i restanti venti italiani su cento scelgono la collina o la montagna. Occhio ai prezzi   Sappiamo bene che ad agosto si spende molto di più. Ad esempio per un villaggio vacanze a luglio bastavano poco meno di 700 euro che divengono 900 proprio questo mese. Che dire poi per gli alberghi, che andavano da una media di 560 euro a luglio, mentre adesso si arriva ad una media che supera i 770 euro per una pensione completa a persona. Anche per un appartamento, si parte da una media di 250 euro a settimana a luglio (5-6 posti), per superare anche i 400 euro ad agosto, sempre a persona. Ovviamente, il tutto, dipende dalle località scelte. Chiudiamo con l’aspetto economico della faccenda. Gli italiani intervistati in misura del 20% del campione esaminato, risponde di non avere problemi di soldi e dunque raggiunge le località delle vacanze con mezzi propri. Di fatto è quanto accade anche al 45% di coloro che rispondono al sondaggio che si ritrovano dei soldi perché hanno risparmiato durante l’anno. Quasi tre italiani su dieci, invece, ricorre a banche e finanziarie per andare in vacanze, mentre un 7% ha dichiarato “altro”, tra cui, è molto probabile, c’è chi sarà ospitato da amici o parenti.
Be Sociable, Share!

Tags: , ,